martedì, marzo 31, 2009

Armonia di Primavera in Centro Benessere in Oltrepò Pavese

Park Hotel Olimpia , di Brallo di Pregola, in Oltrepò Pavese , ti offre uno speciale Pacchetto Primavera, una pausa dalla frenesia quotidiana per ritrovare relax e armonia. L’occasione giusta per prepararsi alla stagione estiva, riscoprendo l’esclusività di Rituali corpo e viso dove piacevolezza ed efficacia si uniscono per momenti di estremo benessere. Nel cuore dell’Oltrepo Pavese, in un ambiente ideale per chi ama i silenzi magici della montagna, i colori cangianti dei boschi e le suggestioni delle antiche leggende, il Park Hotel Olimpia è una “casa” che profuma di nuovo e di fresco, immersa nel verde e lontana dai rumori della vita quotidiana.

E’ possibile abbinare ad un pernottamento di 1 o 2 notti i seguenti Percorsi Benessere:
  • Carezza d’acqua
  • Percorso Blu nell’area umida
  • Rituale Thalasso Spa esfoliante corpo con Nausicaa
  • Massaggio con le conchiglie
  • Rituale Thalasso Spa Ozone Protection viso
  • Tisana rilassante
  • Carezza illuminante
  • Percorso Blu nell’area umida
  • Rituale esfoliante corpo FisioSphere
  • Rituale termale corpo rigenerante – illuminante
  • Massaggio Tonificante viso FisioSphere
  • Tisana rilassante
Ti aspettiamo.

Rituali Corpo e Viso per ritrovare calma e armonia ...

Ecco i prezzi

CAREZZA D'ACQUA


con 1 notte in pernottamento e prima colazione € 227,00 a persona
con 2 notti in pernottamento e prima colazione € 257,00 a persona


CAREZZA DI LUCE


con 1 notte in pernottamento e prima colazione € 174,00 a persona
con 2 notti in pernottamento e prima colazione € 204,00 a persona


Per visualizzare l'offerta cliccare qui


PER PRENOTAZIONI: tel/fax: +39 0383 500425info@parkhotelolimpia.itIndirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo – www.parkhotelolimpia.it

Pasqua e Pasquetta 2009 all'Albergo La Pernice Rossa, Oltrepò Pavese


Oggi sul portale di promozione turistica dell'Oltrepò Pavese OltrepEAT abbiamo aggiunto la scheda e la proposta per Pasqua e Pasquetta dell'Albergo "La Pernice Rossa" , di Menconico, in Oltrepò Pavese.
Nell' alta Val Staffora a cavallo tra le province di Pavia e Piacenza si trova il Monte Penice; sulle sue pendici sorge il comune di Menconico a 740 metri sul mare e la "Pernice Rossa" a 1100 metri sul livello del mare.
Il paesaggio è quello che caratterizza tutta l'alta Val Staffora con le sue vaste aree verdi che alternano rigogliosi boschi e splendidi prati verdeggianti. Anche l'aspetto culturale ricopre una grande importanza data la presenza nelle vicinanze dell'antico convento di Valle Scura, le cui pietre sono state ostello per viandanti, poi chiesa e in seguito convento, poi ruderi, dopodichè ancora utilizzate prestandosi all’agricoltura e ora sono ancora lì, di nuovo come un tempo ad ospitare i viaggiatori.
La capacità ricettiva dell'albergo vanta camere con vista sul paesaggio circostante, tutte dotate di bagno privato. Inoltre vi sono ben 8 chalet con 6/7 posti letto ideali per una vacanza o più semplicemente un week end lontano dallo stress e dai frenetici ritmi di tutti i giorni. Immergetevi nella tranquillità e nelle magiche atmosfere di questi meravigliosi luoghi, potrete godere della calorosa ospitalità della "La Pernice Rossa" in una cornice esclusiva.

Ecco i pacchetti per Pasqua e Pasquetta dell'Albergo "La Pernice Rossa", di Menconico, Oltrepò Pavese

Arrivo: sabato 11 aprile 2009 per cena
Partenza: “lunedì dell’Angelo” 13 aprile dopo pranzo :
€ 160,00 a persona in albergo in camera doppia
€ 150,00 a persona negli chalet per un minimo di n.4 persone adulte.
Comprende: cena, pernottamento di sabato 11/4 , prima colazione, pranzo di Pasqua, cena, pernottamento di domenica 12/4, prima colazione e pranzo di lunedì 13/4.

Arrivo: domenica 12 aprile in mattinata
Partenza: “lunedì dell’Angelo” 13 aprile dopo pranzo :
€ 120,00 a persona in albergo in camera doppia
€ 110,00 negli chalet per un minimo di n.4 persone adulte
Comprende: pranzo di Pasqua, cena, pernottamento di domenica 12/4, prima colazione e pranzo di lunedì 13/4.

Vi invitiamo inoltre ad assaggiare i nostri piatti particolarmente curati che sicuramente soddisferanno i vostri desideri culinari.
Il nostro menu è composto da un ricco Antipasto, 2 primi, 2 secondi,
dolce pasquale - Vino, acqua, caffè
€ 40,00 a persona
Prenotazione obbligatoria

clicca qui per saperne di più

Superiamo la crisi: “VIAGGIO ALLA SCOPERTA DEL TUO FUTURO”


Il 22-23 e 24 maggio, organizzato dalla Human Performance di Sergio Amatulli e sponsorizzato da diverse aziende di comunicazione e marketing, si terrà a Verona il seminar-spettacolo “VIAGGIO ALLA SCOPERTA DEL TUO FUTURO”.

Un weekend full immersion di alta formazione specifico sulla comunicazione, leadership personale e psicologia del cambiamento.


Crisi ormai è una parola che ci perseguita, ovunque andiamo e chiunque ascoltiamo, se ne parla. La crisi è buona o cattiva?

Dipende da come la si vuole intendere, o meglio, da come siamo predisposti a farlo. Può essere un grande stimolo innovativo o un alibi per non fare o per fare male. Ne parlano anche i cinesi, ma negli ideogrammi che compongono la parola, loro leggono problema e opportunità. L’atteggiamento verso il futuro è una delle competenze più efficaci per un Leader. Nello stato attuale di crisi il rischio maggiore spesso non sta tanto nell’evoluzione del mercato ma molto più nella reazione dell’impresa. La crisi finanziaria ed economica a livello mondiale esplosa nel 2008 sta spingendo molte aziende a chiudersi in se stesse, senza riuscire a governare a proprio favore il cambiamento. In questo contesto la formazione di qualità e il coaching possono essere sicuramente lo strumento più potente, in grado di aiutare le aziende a governare le sfide dell’attuale situazione di crisi. Per capirne di più, abbiamo rivolto qualche domanda (di cui diamo breve sintesi) al dott. Sergio Amatulli fondatore di Human Performance, una dinamica azienda specializzata nel campo della formazione manageriale e del coaching, con sede a Pordenone e filiali presenti in tutto il Nord Est.

Quali sono gli ostacoli concreti che questa crisi produce?
Penso che più della crisi, ciò che ci troviamo ad affrontare è la paura della crisi. La sensazione è quella di dover lavorare molto sulla gestione dell'emotività per fronteggiare qualcosa che in Italia ancora non è molto concreto anche se, solo per il terrore generato, può far danni molto concreti. Ed ecco quindi che sono fondamentali competenze come: l’abilità di visione, la capacità di vedere alternative, di prendere decisioni, di orientare le persone a cambiamenti sempre più veloci e necessari. Quelle citate sono competenze cui ci si può allenare, ma che possono essere facilitate da una gestione emotiva e mentale adeguata, rispetto alla forte pressione che tutti coloro che ricoprono ruoli di responsabilità, subiscono fortemente in questo periodo.
Proprio a tal riguardo Human Performance ha organizzato un Seminar-Spettacolo, orientato proprio allo sviluppo di questi temi.
Viaggio alla Scoperta del tuo Futuro, infatti, vuole essere un Momento privilegiato per tutti coloro che ricoprono ruoli di responsabilità, in cui poter riprogrammare e ripianificare, il cambiamento che per molti è urgente oltre che necessario. Riteniamo importante che ogni partecipante a questo evento, possa dedicare del tempo con un sostegno adeguato, allo sviluppo delle proprie capacità di leadership, di gestione del cambiamento, di gestione emotiva, per innalzare anche il proprio livello motivazionale per andare oltre questo momento di crisi globale.
Interverranno ospiti di rilievo nazionale: Carlo Pettinelli, Direttore Sviluppo del Personale del Gruppo Angelini, Giovanna Giuffredi, psicologa e vice presidente della Federazione Italiana Coach, Debora Conti, esperta di benessere fisico ed emozionale.
Momenti di alta formazione si alterneranno a momenti di intrattenimento con artisti di Zelig e spettacoli di Music hall.
Un seminario aperto a professionisti, imprenditori, manager, e chiunque voglia riaprire la propria vision al futuro.
Tra l’altro grazie al contributo di diversi sponsor a cui è piaciuto il progetto e che vedono nei nostri eventi opportunità importanti per il loro brand e il loro business, stiamo facilitando le adesioni, con offerte davvero convenienti.
In occasione di questo seminar-spettacolo stiamo organizzando un tour promozionale attraverso workshop serali, nelle principali città italiane, in cui approfondiremo parte dei contenuti del seminar di maggio.
I workshop sono gratuiti e saremo a Milano il 30/04, a Verona il 9/04, a Bologna l’8/04, e poi a Padova ed altre città.
Per informazioni e prenotazioni è possibile visitare il sito
www.humanperformance.it o scrivere a info@humanperformance.it.

OneMhotel ottiene il marchio di qualità “Ospitalità italiana”.

OneMhotel, motel/hotel quattro stelle superior, lussuoso e moderno, ha ottenuto il marchio di qualità "Ospitalità Italiana".

OneMhotel ha ottenuto il marchio "Ospitalità Italiana", la certificazione che valuta l’offerta ricettiva e ristorativa di qualità in Italia.

L’Istituto Nazionale Ricerche Turistiche, organizzatore principale del premio "Ospitalità Italiana" insieme alle Camere di Commercio, permette a coloro che hanno soggiornato o mangiato presso gli alberghi che espongono il marchio "Ospitalità Italiana"di votare la qualità delle strutture tramite sms o su internet.

Nato nel 2005, "Ospitalità Italiana" rappresenta una discriminante estremamente importante per chi cerca strutture di qualità.

OneMhotel è un hotel motel quattro stelle superior di San Paolo, una località vicino Brescia. Si tratta di un’elegante struttura con 42 camere a tema, tutte dotate di connessione internet wi-fi gratuita e pensate per soddisfare anche le esigenze più ricercate, grazie alle 8 elegantissime suites con vasca idromassaggio.

Massimiliano Perversi, responsabile OneMhotel, commenta: "E’ importante per noi aver ottenuto il marchio "Ospitalità Italiana" poiché rappresenta sicuramente un’importante svolta per il nostro motel/hotel così giovane. Considerando che si tratta del risultato finale di una lunga selezione di hotel, non possiamo che sentirci lusingati e ringraziare vivamente le Commissioni provinciali che ci hanno permesso di fregiarci del premio "Ospitalità Italiana"."

onemhotel

Fonte: Intarget.net news.

Onedirect promuove modelli tecnologicamente avanzati di ip camera.

Questa settimana Onedirect, il sito e-commerce specializzato nella commercializzazione di apparecchi e accessori per la comunicazione, vi parla delle sue IP Camera.

Su Onedirect è possibile trovare ip camera ideali non solo per uso domestico, ma anche per le piccole aziende o per i piccoli negozi: questi apparecchi, infatti, permettono di tenere sottocontrollo gli ambienti incustoditi in qualsiasi momento e senza problemi.

Le camere IP di ultima generazione in vendita su Onedirect consentono il collegamento in remoto modificando la direzione della ripresa in orizzontale e in verticale per riprendere quello che si desidera.

Quasi tutte con server web integrato, le camere IP che Onedirect consiglia sono in grado di essere utilizzate con particolare facilità, senza la necessità di avere un Pc collegato ad internet.

L’alta tecnologia che contraddistingue questi prodotti, permette di visualizzare perfino le immagini in condizioni di scarsa luminosità grazie alla funzione "modalità notturna" e il sofisticato rilevatore di movimento rileva gli spostamenti grazie ai cambi di temperatura, restituendo immagini chiare e non rallentate: funzioni oggi disponibili anche sulle avanzatissime IP camera WiFi.

Anita Braione, responsabile commerciale di Onedirect, afferma: "Oltre ad essere eccellenti webcam, le ip camera sono una soluzione innovativa al problema delle aziende, dei negozi e delle case incustodite: permettono in qualsiasi momento un collegamento in remoto che permetta di monitorare l’ambiente in cui vengono posizionate . Un'altra categoria di prodotti funzionali e di elevata qualità disponibile su Onedirect."

ip camera

Fonte: Intarget.net news.

Napoli 'canta' Facebook sul web? È un video virale made in nascar

Lasciarsi su Facebook "Lasciarsi su Facebook" è il titolo del nuovo video realizzato da nascar: ecco una divertente parodia di una storia d'amore moderna racconta come una canzone neomelodica. Ed è subito un successo

Si intitola “Lasciarsi su Facebook”: è il video virale che ha lanciato nascar venerdì 27 marzo 2009. Il progetto della web agency è fare di “Lasciarsi su Facebook“ un contenuto virale, che sfrutti pienamente le potenzialità e le logiche di sharing del web 2.0.

Il tema trattato probabilmente non è nuovo: il video vede infatti come protagonista un giovane cantante partenopeo che vive la “fine” della sua relazione sentimentale sul celebre sito, una condizione che accomuna  milioni di utenti che ogni giorno si connettono in rete e condividono situazioni sentimentali, stati d’animo, immagini e video della propria vita con il resto della community.  La scelta di realizzare un video musicale in stile neomelodico fa senza dubbio sorridere, è ironico, divertente, coinvolgente. Risponde pienamente all’esigenza di creare un contenuto virale, che possa diffondersi in rete in maniera esponenziale.

Il video, realizzato dai “the Jackal”, gruppo di video maker napoletani già molti noti sul web per la qualità dei loro lavori, è stato lanciato ufficialmente su Facebook, e circolerà nelle prossime settimane su numerosi blog, forum e social network.

 

Leggi il comunicato stampa ufficiale

Guarda il video sul nascar channel di Youtube

Mariachiara Troise
Ufficio stampa
mtroise@nascar.it
Tel. 081 19808577
Fax 081 5702970

MUSICI.IT : nasce il più innovativo dei portali di annunci per musicisti



logo Musici.it


Diventare il principale punto di riferimento per musicisti di qualsiasi genere, provenienti da ogni parte d’Italia, per dare vita alla massima espressione dell’arte: la musica!



È con questa ambizione che Musici.it vuole proporre ai propri utenti una piattaforma in grado di dare visibilità a migliaia di annunci, rivoluzionando il livello d’interazione sito-utente, grazie agli ingenti studi condotti sulla web utility applicati alla progettazione del layout grafico.

Come cambia il mercato degli appartamenti a Milano

Come cambia il mercato degli appartamenti a Milano

Nonostante la crisi finanziaria, l'inizio del 2008 è risultato essere un buon momento per il mercato immobiliare di Milano. La città continua la sua trasformazione grazie ai nuovi progetti immobiliari commerciali e residenziali in corso di realizzazione. Nulla a che vedere rispetto a quanto accadeva al mercato immobiliare a Milano negli anni ottanta, quando molti lasciarono la città per trasferirsi nelle aree circostanti, causando un calo nella domanda di appartamenti a Milano. Negli anni novanta la situazione ha iniziato a cambiare quando i grandi progetti industriali e commerciali hanno iniziato a interessare la città, transformandola in un posto nel quale vivere e lavorare. Questo ha ovviamente determinato un immediato aumento nella richiesta di appartamenti, causando un aumento dei prezzi. L'idea del progetto urbano era quella di rigenerare la città trasformandola nella capitale del nord Italia. Oggi possiamo dire che questo obiettivo è stato raggiunto con successo e che la città sta prosperando e attirando sempre piú persone a viverci. Se siete una di loro, allora la vasta scelta di appartamenti a Milano presenti su ViaCasa.it vi aiuterà a scegliere quale appartamento scegliere e quanto pagare per esso, sia che decidiate di acquistarlo o di affittarlo.

Se decidete di vivere a Milano, allora potete considerare di acquistare o affittare un appartamento dalla vasta selezione di immobili che solo recentemente è stata immessa sul mercato. Le autorità della città hanno stimolato la disponibilità di appartamenti incoraggiando la realizzazione di progetti residenziali da parte di privati. Leggi piú flessibili quali la 9/99 hanno chiarito molte delle complicazioni per i progetti residenziali privati e per i diversi programmi di sviluppo. Il risultato è alla portata di tutti. Attualmente Milano è la città con il piú grande progetto di riammodernamento in Europa. Si tratta del progetto Santa Giulia nell'area Montecity-Rogoredo. Il progetto prevede la costruzione di nuovi appartamenti di lusso, appartamenti, monolocali e lofts, alberghi, soluzioni per affitti di breve termine e molto di piú. Si tratta di un grande contributo al mercato immobiliare milanese, in quanto aumenterà l'offerta, attualmente limitata, di affitti di breve e lungo termine e di nuove soluzioni da acquistare.
L'incremento delle proprietà da affittare è particolarmente importante in un momento come quello attuale dove si sta verificando uno spostamento dall'acquisto all'affitto di immobili a causa dell'impatto negativo della crisi economica. Il progetto Santa Giulia creerà all'incirca 270,900 mq. di appartamenti residenziali.

Un ulteriore contributo all'incremento di appartamenti residenziali verrà dato anche dal nuovo progetto dell'area Milano Fiera, che prevede la creazione di 15,000 mq. di nuovi spazi residenziali. La costruzione di tre grandi torri cambierà per sempre l'aspetto di Milano. Altri progetti residenziali come il riammodernamento delle aree tra Sieroterapico e Via Magolfa, Cartiere Binda sono di dimensioni inferiori ma non per questo meno importanti per il loro contributo al mercato degli appartamenti di Milano. Una scelta di nuovi appartamenti sarà presto disponibile su ViaCasa.it. Nel frattempo potrete già trovare su Viacasa.it un'eccellente scelta di appartamenti disponibili per l'acquisto o l'affitto.

La tua segretaria a 99,00 € al mese!

Da qualsiasi luogo d'Italia si può richiedere il servizio di "segreteria virtuale", cioè una segretaria che risponde per nome e per conto della vostra azienda, prendendo nota dei messaggi, notificandoveli secondo scadenze predefinite, e dando informazioni in base alle vostre istruzioni.

Per promuovere questo servizio innovativo, attiviamo una segretaria virtuale


BUSINESS CENTER TREVISO ®
Office Rent & Solutions for your Business

www.metiservice.it - info@metiservice.it

Le stagioni del nostro cinema: le linee d’ombra di Armando Crispino

Armando Crispino rappresenta un enigma tutto italiano. Cinema di genere? Cinema d’autore? Semplicemente indefinibile. Al di là di qualsiasi etichetta
Miseria delle miserie è stato quando sono stati rivalutati i cosiddetti b-movies, una volta bersagli preferiti dei cosiddetti vice nella stampa quotidiana o nel caso migliore sistematicamente ignorati dalle sedi accademiche, mentre del cinema di Armando Crispino non si è ricordato nessuno, salvo le consuete e lodevoli eccezioni che confermano una triste regola. Cominciamo quindi a interrogarci su chi era Armando Crispino, facendoci aiutare non soltanto dalla riemersione di alcune sue pellicole ma anche dal bellissimo documentario del figlio Francesco. Linee d’ombra, come recita la voice over all’inizio del film, è quel limite superato il quale, a un certo punto della nostra vita, non si può più guardare soltanto davanti a sé, ma si è richiamati dall’impulso a voltarsi indietro per vedere anche ciò che è stato. La linea d’ombra è dunque quel limite sotto il quale possiamo ritrovare le nostre radici, quella memoria che si può riportare in superficie soltanto scavando nel terreno che la custodisce. Dal figlio al padre: percorso a ritroso di un figlio che, attraverso il cinema, cerca un incontro con il padre (non è un caso che la regia del documentario è accreditata anche ad Armando, scomparso nel 2003). Dal padre al figlio: in questa indagine sulle tracce paterne vi appare un’analisi del cinema di genere degli anni Sessanta e Settanta, perfetta zona d’ombra, esplorata solo superficialmente e spesso lasciata nelle mani entusiaste ma spesso irragionevoli delle fanzines. In questo transfert cinefilo Francesco diventa il teorico, lo spettatore attento che scrive, il critico ideale che il padre (non solo quello biologico ma il Cinema in tutte le sue forme e declinazioni) avrebbe voluto leggere sulle pagine di qualche rivista. Due intellettuali a confronto. Nei primi anni del secondo dopoguerra Armando Crispino fu redattore della terza pagina dell’edizione torinese de «L’Unità» insieme a Raf Vallone. Successivamente, passando dalla critica al set e da Torino a Roma, diventò uno dei più ricercati aiuto registi in circolazione. Negli anni Cinquanta è infatti sul set con Comencini, Germi, Camerini, Provenzale e, soprattutto, con Antonio Pietrangeli, con cui inizia un vero e proprio sodalizio e per il quale diventa anche sceneggiatore. Crispino passa alla regia alla metà degli anni Sessanta e tra il 1966 e il 1976 realizza otto lungometraggi e un episodio (non accreditato) de L’amore difficile. La crisi del cinema italiano che si sviluppa dalla metà degli anni Settanta gli impedisce di portare avanti altri progetti per lo schermo. Come scrive giustamente Simone Ghelli, Armando Crispino «seppe coniugare la sua sensibilità di intellettuale alla necessità di doversi rivolgere a un pubblico più “popolare”. Come regista e sceneggiatore attraversò i generi più disparati – dai musicarelli al western, passando per la commedia e il giallo – con uno stile ben definibile, capace di maneggiare i materiali più eterogenei, da quelli culturalmente “alti” – come ad esempio in La badessa di Castro (1974) – a quelli più “bassi”, come poteva essere ad esempio considerato il nascente genere giallo in Italia (L’etrusco uccide ancora, 1972, e Macchie solari, 1974). Nonostante ciò, o forse proprio per questo, Crispino è rimasto un autore relegato nell’ombra, anche in un’epoca in cui il mercato – e con esso la critica – ha deciso di sdoganare gran parte del cinema di genere degli anni Settanta e Ottanta». Ed ecco che un certo cinema artigianale mediato intellettualmente da un cineasta colto come Armando Crispino diventa l’occasione per il figlio Francesco e per noi spettatori di scoprire e conservare un immaginario cinematografico ma anche storico che sta sparendo velocemente nei sempre più omologanti pixel televisivi. La militanza delle immagini in movimento contro quelle “semoventi” televisive. Il ritrovarsi di un figlio sulle opere del padre. Cinefilia essenziale ed esistenziale. I film come la vita. E viceversa.

2-3 aprile 2009
Cineteca Nazionale-Cinema Trevi
vicolo del puttarello, 25 – Roma

Programma delle proiezioni e incontro:

giovedì 2 ore 17.00
Commandos (1968)
Regia: Armando Crispino; soggetto: Don Martin, Arthur Brauner, da una storia di Menhaem Golan; sceneggiatura: A. Crispino, Lucio Battistrada, Stefano Strucchi, Dario Argento; fotografia: Benito Frattari; musica: Mario Nascimbene; montaggio: Daniele Alabiso; interpreti: Lee Van Cleef, Jack Kelly, Giampiero Albertini, Marino Masè, Marilù Tolo, Gotz George; origine: Italia/Germania Occidentale; produzione: C.C.I. - Compagnia Cinematografica Internazionale, P.E.C., CCC Filmkunst; durata: 119’

ore 19.10
Frankestein all’italiana (1975)
Regia: Armando Crispino; soggetto e sceneggiatura: Massimo Franciosa, Luisa Montagnana; fotografia: Giuseppe Aquari; musica: Stelvio Cipriani; montaggio: Angela Cipriani; interpreti: Aldo Maccione, Gianrico Tedeschi, Ninetto Davoli, Jenny Tamburi, Anna Mazzamauro, Lorenza Guerrieri; origine: Italia; produzione: R.P.A.; durata: 97’

ore 21.00
incontro moderato da Pierpaolo De Sanctis con Lucio Battistrada, Francesco Crispino, Ninetto Davoli, Steve Della Casa

a seguire
Linee d’ombra (2007)
Regia: Armando e Francesco Crispino; soggetto e sceneggiatura: F. Crispino; fotografia: Sergio Di Lino; montaggio: Salvatore Allocca; aiuto regia: Pierpaolo De Sanctis; operatore 2ª macchina: Lorenzo Leone; fonico in presa diretta: Francesco Del Grosso; origine: Italia; produzione: F. Crispino, Dipartimento Comunicazione e Spettacolo - Università di Roma Tre, Vega’s Project, con il contributo di CinemaAvvenire; durata: 75’

venerdì 3 ore 17.00
Le piacevoli notti (1966)
Regia: Armando Crispino e Luciano Lucignani; soggetto: Sandro Continenza, Steno [Stefano Vanzina], L. Lucignani, A. Crispino; sceneggiatura: S. Continenza, Steno; fotografia: Leonida Borboni, Erico Menczer, Gabor Pogany; montaggio: Marcello Malvestito; interpreti: Ugo Tognazzi, Magda Konopka, Gina Lollobrigida, Adolfo Celi, Vittorio Gassman, Maria Grazia Bucella; origine: Italia; produzione: Fair Film; durata: 119’

ore 19.10
L’etrusco uccide ancora (1971)
Regia: Armando Crispino; soggetto e sceneggiatura: Lucio Battistrada, A. Crispino; fotografia: Erico Menczer; musica: Riz Ortolani; montaggio: Alberto Gallitti; interpreti: Alex Cord, Samantha Eggar, John Marley, Carlo De Mejo, Nadja Tiller, Enzo Cerusico; origine: Jugoslavia/Italia/Germania Occidentale; produzione: Inex Film, Mondial Te.Fi. - Televisione Film, CCC Filmkunst; durata: 107’ Vietato ai minori di anni 14

ore 21.10
Macchie solari (1975)
Regia: Armando Crispino; soggetto e sceneggiatura: Lucio Manlio Battistrada, A. Crispino; fotografia: Carlo Carlini; musica: Ennio Morricone; montaggio: Daniele Alabiso; interpreti: Mimsy Farmer, Barry Primus, Ray Lovelock, Massimo Serato, Carlo Cataneo, Gaby Wagner; origine: Italia; produzione: Clodio Cinematografica; durata: 104’ Vietato ai minori di anni 18

Thomas Beattie, il primo mammo al mondo è ancora incinto! Da aspirante miss a transessuale star della TV. Ma sarà tutto vero?

Tracy Lagondino era una gran bella ragazza e aveva partecipato a parecchi concorsi di bellezza. Poi ha conosciuto e si è innamorata di Nancy, scoprendo di essere omosessuale. Da qui tutto è cambiato. Diventata “attivista per le adozioni gay” e sostenitrice convinta del motto «Un figlio biologico non è un desiderio né maschile né femminile, ma umano», Tracy ha deciso di rendere questo suo pensiero concreto cambiando sesso a soli 17 anni. Si è sottoposta a un'intensa terapia ormonale con iniezioni di testosterone e a un intervento chirurgico di rimozione del seno e, visto che Nancy non poteva avere figli causa una grave endometriosi che l'aveva colpita in giovane età, non si è fatta asportare gli organi femminili

Continua a leggere: http://pubblicodelirio.blogspot.com/2009/03/thomas-beattie-il-primo-mammo-al-mondo.html

Crisi economica e Web Marketing: il parere di un esperto

Web Marketing, Seo e Posizionamento: come prepararsi ai cambiamenti e alle recenti sfide della crisi economica.

Con la crisi economica che cosa succedera' al settore del web marketing? Che ripercussioni si avranno in Europa e in America sul mercato dei servizi web?

Secondo Enrico Madrigrano, uno dei maggiori esperti italiani di web marketing e posizionamento, "Per capirlo bisogna andare alla radice del problema". Ovvero cercare di capire come si sviluppera' la famosa legge della domanda / offerta in questo mercato.

"Dal punto di vista delle domanda" sostiene Enrico Madrigrano "le aziende che sopravvivranno alla crisi dovranno inevitabilmente ridurre i costi promozionali per sopravvivere. Cio' significa che, i primi investimenti pubblicitari ad essere tagliati saranno quelli con un ritorno negativo o, per certi versi, "incerto". In questa fascia rientrano ovviamente gli investimenti nella pubblicita' Tv, stampa e radio che, da sempre, hanno dato risultati "incerti" e poco misurabili. Il budget pubblicitario sara' quindi convogliato principalmente su quegli strumenti promozionali e di direct marketing dove i risultati sono certi e e misurabili e dove i benefici della targhettizzazione si faranno sentire maggiormente.- In poche parole il "web marketing". Ma questo passaggio accadra' soltanto ad una condizione: che le aziende e gli imprenditori, diventino "consapevoli" di tutto cio', ovvero che siano totalmente coinvolti in prima line a, nelle strategie di web marketing aziendali e che ne possano percepire ed apprezzare fin da subito le potenzialita'."

"Dall'altra parte quindi, le web agency e i consulenti di Web Marketing e Seo che rappresentano l'offerta, avranno la responsabilita' di educare i propri clienti puntando direttamente su quello che le aziende cercano, ovvero la riduzione dei costi e il ritorno sugli investimenti."

 In quest'ottica pero' si sviluppera' un fenomeno a cui le web agency e i consulenti dovranno fare molta attenzione. "Si creera' infatti una spaccatura, una specie di forbice tra la l'offerta di servizi di web marketing professionali (che garantiscono buoni risultati e rendimenti) e la domanda di servizi a costo ridotto, da parte delle sempre piu' numerose aziende a caccia dello sconto e del prezzo piu' basso."

"In quest'ottica", continua Enrico Madrigrano "le web agency che vorranno sopravvivere, non dovranno cadere nella trappola. Il segreto sara' quello di andare contro-corrente. Ovvero le web agency, piuttosto che seguire la grossa fetta di mercato che cerchera' servizi di web marketing a costi sempre piu' bassi, dovranno fare l'opposto, ovvero "selezionare" i clienti esistenti, puntando su quelli che privilegiano la qualita' e i risultati rispetto al prezzo. Invece di buttarsi nella mischia e di lottare nella selvaggia competizione dei prezzi per accaparrarsi nuovi clienti, le web agency dovranno fare l'opposto, ovvero difendere il proprio territorio, coltivando e nutrendo i propri clienti acquisiti, puntando sui numeri e i risultati concreti.

In questo modo le web agency potranno crearsi uno scudo all'interno di uno scenario di deflazione sempre piu' spietato. Le web agency vincenti sapranno consolidare le loro esperienze, rafforzandosi nella nicchia in cui gia' operano, piuttosto che cercare nuovi mercati o, peggio ancora, proporsi come "tuttologi" pur di portare a casa nuovi clienti".

Secondo Enrico Madrigrano questo scenario anomalo si sviluppera' in modo molto rapido e in concomitanza con altri importanti cambiamenti sociali e culturali che coinvolgeranno non solo le aziende, ma anche (e soprattutto), i consumatori. Tutta questa "accelerazione" nella consapevolezza e nel processo di domanda/offerta del mercato portera' verso quello che lui definisce il nuovo Web Marketing 3.0.

Di questi e di altri argomenti collegati ai cambiamenti e al futuro del web marketing ne parlera' di persona Enrico Madrigrano durante il prossimo corso internazionale "Seo Web Marketing Experience" di Roma, Milano e Londra (per maggiori informazioni: http://www.madri.com/swm-experience/ )

Pubblicazione comunicati stampa via internet
Maleva srl
www.maleva.it/marketing/
fabrizio.pivari (at) maleva.it

Non solo “lifting” per il nuovo portale Viaggiareweb.it

Viaggiareweb.it, il portale turistico per la prenotazione online di strutture ricettive, cambia completamente la veste grafica e dal mese di marzo è online il nuovo portale, aggiornato e ottimizzato nell'architettura delle informazioni.

Il restyling del sito nasce da un duplice obiettivo: da un lato, rendere ancora più completa l’offerta e, dall'altro, offrire all’utente un’esperienza di navigazione chiara, semplice ed intuitiva.
I nostri utenti possono così verificare in tempo reale disponibilità, prezzi, offerte speciali e last minute delle strutture ricettive più rispondenti alle loro esigenze e, con pochi click, effettuare prenotazioni online per alberghi, bed & breakfast, aziende agrituristiche o altre strutture extra-alberghiere.

Un nuovo ed utile servizio che a breve sarà disponibile nelle pagine del portale è la “Vetrina degli eventi”, una sezione nella quale la nostra redazione segnalerà manifestazioni, eventi culturali, spettacoli, convegni, festival, rassegne, mostre...in pratica, tutti gli appuntamenti “da non perdere” nelle principali città.

Sempre nell'ottica di offrire servizi sempre più accurati ai nostri utenti, obiettivo peraltro esplicitato anche nel nuovo pay-off “Your travels, our care”, un ulteriore elemento di novità è rappresentato dalla Newsletter di Viaggiareweb.it, una comunicazione che sarà inviata periodicamente a tutti gli iscritti con “consigli e curiosità per chi viaggia” e le nostre migliori offerte. Per chi desidera, invece, essere aggiornato “in tempo reale” e ovunque si trovi sulle novità, gli eventi, le offerte e i last minute di recente pubblicazione, abbiamo attivato un canale Twitter raggiungibile all'indirizzo http://twitter.com/viaggiareweb.

La nuova home-page si divide in due colonne principali e una terza colonna a destra che fornisce indicazioni costantemente aggiornate sui “migliori alberghi” e le “destinazioni Top”, secondo il giudizio dei Clienti.

Nelle colonna di sinistra, oltre al motore di ricerca per creare il proprio viaggio su misura, si trovano le “aree dedicate” ai Clienti e agli alberghi, un box dedicato alla struttura ricettiva “più richiesta” nell'ultima settimana e una selezione dei più importanti eventi segnalati dalla nostra redazione.

La colonna centrale, oltre a fornire informazioni pratiche e utili per l’utente come il numero per contattare il Centro prenotazioni, è organizzata come una vera e propria vetrina ed è dedicata alle nostre migliori offerte, suddivise per destinazione, ai “Last Minute” ed alle “Offerte eventi”.

Nelle pagine interne, oltre alla nuova veste grafica, è stata ampliata e rinnovata la sezione dedicata alle singole strutture ricettive: l'utente, prima di procedere alla prenotazione della struttura selezionata, può visitare un vero e proprio “minisito dedicato” che contiene, oltre ad informazioni utili per raggiungere o contattare la struttura, la descrizione delle offerte, dei last minute e delle tariffe; è possibile, inoltre, visualizzare la photogallery e le facilities oppure leggere i voti ed i giudizi espressi dai Clienti che hanno già soggiornato presso la struttura selezionata.

Chi è Viaggiareweb?
Viaggiare Web, nato nel 2004 dal progetto dei soci fondatori dell'omonima agenzia, è un network di portali turistici per la prenotazione online di strutture ricettive di varie tipologie in Italia e in Europa.
Tra gli operatori più affermati sia per dimensioni che per innovazione, Viaggiare Web oggi si compone di 9 portali dedicati ad altrettante mete ed aree turistiche, costantemente aggiornati sui principali eventi e sulle maggiori attrazioni delle singole città.
Per maggiori informazioni, visitate la pagina http://www.viaggiareweb.it/chisiamo.html

Contatti

Customer Care
Valeria Vescarelli
(+39) 0744 433524
vescarelli@viaggiareweb.it

Ufficio Stampa
Massimo Maida
(+39) 0744 431492
maida@greenconsulting.it

Il record “non certo invidiabile” di un aspirante rocker inglese: 10 milioni di singhiozzi in 2 anni!

TIMBERLAND (LINCOLNSHIRE, INGHILTERRA) – Il venticinquenne inglese Christopher Sands vanta un primato non certo invidiabile: dal febbraio del 2007 ad oggi ha avuto il singhiozzo oltre 10 milioni di volte, una volta ogni due secondi! A nulla è servito sottoporsi ai più disparati trattamenti, dal bere acqua a garganella in centinaia di modi diversi a “traumi da spavento” da film dell’orrore. Neanche le sedute di ipnosi dentro una camera iperbarica sono riuscite a calmarlo.

Continua a leggere: http://pubblicodelirio.blogspot.com/2009/03/il-record-non-certo-invidiabile-di-un.html

lunedì, marzo 30, 2009

Pacchetti vacanze in Toscana su misura

Per coloro che fanno parte della fascia degli incontentabili, per coloro che vogliono andare sul sicuro, per coloro che non hanno molto tempo per confrontare dati e date. E per quelli che desiderano pagare una vacanza all'insegna del prezzo giusto o anche inferiore. Ecco per essi le vacanze da prendere al volo. Moltissimi sono le proposte di pacchetti vacanza in Toscana, da usufruire in ogni periodo della stagione estiva 2009. La varietà dei pacchetti vacanze in Toscana, comprendono soggiorni vacanze nelle più belle località di mare della Toscana, soggiorni vacanza in montagna nei più suggestivi luoghi dell'Appennino Toscano, soggiorni vacanza nelle meravigliose campagne Toscane, vacanze nelle incantevoli città d'arte della Toscana oppure per vacanze immersi nella natura paesaggistica della Toscana. E' il caso di dire: a chiunque la propria vacanza.

Ricordo di Giovanni Migliara



Galleria Roma
via Maestranza 110 Siracusa
per i giovedì della galleria

Michele Romano ricorda
Giovanni Migliara

Giovedì 2 aprile ore 18,30

GUARDARE OLTRE LA CRISI


Tratto dall'intervista del Dott.Sergio Amatulli sulla rivista Spot&Web.

Sergio Amatulli, fondatore di Human Performance, spiega come riuscire a governare i cambiamenti necessari.

Crisi ormai è una parola che ci perseguita, ovunque andiamo e chiunque ascoltiamo, se ne parla. La crisi è buona o cattiva?
Dipende da come la si vuole intendere, o meglio, da come siamo predisposti a farlo. Può essere un grande stimolo innovativo o un alibi per non fare o per fare male. Ne parlano anche i cinesi, ma negli ideogrammi che compongono la parola, loro leggono problema e opportunità. L’atteggiamento verso il futuro è una delle competenze più efficaci per un Leader. Nello stato attuale di crisi il rischio maggiore spesso non sta tanto nell’evoluzione del mercato ma molto più nella reazione dell’impresa. La crisi finanziaria ed economica a livello mondiale esplosa nel 2008 sta spingendo molte aziende a chiudersi in se stesse, senza riuscire a governare a proprio favore il cambiamento. In questo contesto la formazione di qualità e il coaching possono essere sicuramente lo strumento più potente, in grado di aiutare le aziende a governare le sfide dell’attuale situazione di crisi. Per capirne di più, abbiamo rivolto qualche domanda al dott. Sergio Amatulli, fondatore di Human Performance, una dinamica azienda specializzata nel campo della formazione manageriale e del coaching, con sede a Pordenone e filiali presenti in tutto il Nord Est.

Quali sono gli ostacoli concreti che questa crisi produce?
Penso che più della crisi, ciò che ci troviamo ad affrontare è la paura della crisi. La sensazione è quella di dover lavorare molto sulla gestione dell'emotività per fronteggiare qualcosa che in Italia ancora non è molto concreto anche se, solo per il terrore generato, può far danni molto concreti. Ed ecco quindi che sono fondamentali competenze come: l’abilità di visione, la capacità di vedere alternative, di prendere decisioni, di orientare le persone a cambiamenti sempre più veloci e necessari. Quelle citate sono competenze cui ci si può allenare, ma che possono essere facilitate da una gestione emotiva e mentale adeguata, rispetto alla forte pressione che tutti coloro che ricoprono ruoli di responsabilità, subiscono fortemente in questo periodo.
E’ necessario per chi dirige, poter acquisire la capacità di vedere le cose prima che accadano, perché chi riesce a vedere il futuro può cambiare il presente.


Cosa offre Human Performance?
Human Performance nell’arco di diversi anni ha progettato e realizzato percorsi di formazione e sviluppo personale e professionale per professionisti, manager e aziende in tutto il Nord Italia, riuscendo a far ottenere enormi risultati in termini di incremento del business e della qualità del clima aziendale. Niente camminate sui carboni ardenti, ponti tibetani e percorsi ad ostacoli. I nostri professionisti lavorano mostrando a imprenditori, professionisti e sportivi, come migliorare le performance, le relazioni e i risultati, in modo meno invasivo e in linea con una formazione rivolta a professionisti di livello. I nostri percorsi di crescita, basati sulle esperienze dirette raccolte in più di 10 anni di attività, sono creati su misura in base alle specifiche esigenze aziendali, facendo attenzione a costruire un processo che coinvolga tutta l’azienda per raggiungere gli obiettivi prefissati. Tutti i formatori di Human Performance prima di diventare coach e formatori, sono stati manager e questo fa la differenza nell’approccio alle dinamiche aziendali. Il problema di fondo delle attività formative è quello dell’efficacia soprattutto nel caso in cui non si debba solo promuovere l’acquisizione di nuove conoscenze, ma si vogliano anche indurre cambiamenti e modificare atteggiamenti e comportamenti disfunzionali.

Che cos’è il coaching e come può aiutare a governare questo momento di profonda crisi economico-finanziaria?
Il coaching è un efficace metodo anglosassone di trasformazione e crescita, per aiutare individui e gruppi a raggiungere obiettivi e ad affrontare cambiamenti che da soli non potrebbero raggiungere. Essere supportati da un Coach, sviluppa fortemente le capacità di visione, organizzative, e aumenta le proprie capacità di gestione emotiva. In Italia il coaching sta raggiungendo, anche se in ritardo rispetto agli altri Paesi Europei, una certa maturità. E’ in sintesi uno strumento in grado di supportare le trasformazioni culturali e organizzative, perché prepara le persone ad affrontare con consapevolezza il cambiamento. Human Performance – spiega Sergio Amatulli – non ha percorsi standard: realizza sessioni one-to-one, laboratori di coaching inter e intra-aziendali, progetti di team-coaching e team-building. Se si tratta di un cambiamento organizzativo, si lavora sui ruoli nel team, sulla comunicazione all’interno del team. Cerchiamo di sviluppare nuove capacità strategiche e di visione, spingendo i clienti ad agire con maggiore chiarezza per raggiungere i cambiamenti aziendali.

Sono molte le aziende e i professionisti che investono nella formazione?
In questo momento molte aziende e professionisti mi sembrano governati dalla paura: di sbagliare, rischiare, sbagliare, ecc. Il seme della paura crea blocchi, indecisioni, ostacoli al cambiamento. Una società che vive e amplifica la paura della crisi, rischia la paralisi.
Rispetto al panorama europeo, l’Italia per gli investimenti sulla formazione, viene prima solo della Grecia e della Romania. Detto questo, bisogna considerare le forti difficoltà a orientarsi in un mercato, come quello della formazione, fatto di migliaia di realtà più o meno valide.
Per quanto ci riguarda comunque stiamo registrando un buon andamento del nostro mercato per due fattori: a) stiamo facilitando le adesioni, creando percorsi formativi e seminar di alta qualità, con formule alternative per budget ridotti, grazie al forte supporto di partner che vedono nei nostri eventi opportunità importanti per il loro brand e il loro business.
b)è il momento, per la situazione di mercato, di acquisire strumenti e capacità legate alla nostra offerta.


Quali sono i progetti futuri?
Dal 22 al 24 maggio a Verona abbiamo l’evento più importante dell’anno, “Viaggio alla scoperta del tuo futuro”, in cui parleremo di psicologia del cambiamento, di intelligenza emotiva e capacità di visione, ed in cui si alterneranno momenti di alta formazione, con la presenza di speaker a livello internazionale, a momenti di intrattenimento con artisti di Zelig e Music Hall. Un’opportunità per manager, professionisti, imprenditori che desiderano migliorare le proprie competenze e ritrovare la giusta motivazione per andare oltre questo momento di crisi globale. In occasione di questo seminar-spettacolo stiamo organizzando un tour promozionale attraverso workshop serali, nelle principali città italiane, in cui approfondiremo parte dei contenuti del seminar di maggio. I workshop sono gratuiti e saremo a Milano il 30/04, a Verona il 9/04, a Bologna l’8/04, e poi a Padova ed altre città. Inoltre sono in programma laboratori specifici sulla formazione manageriale e sul coaching, un’occasione per provare dal vivo opportunità e processi di cui abbiamo parlato. La partnership per l’area milanese con B&B Consulting porterà a Milano il prossimo laboratorio di Coaching il 9 Aprile.

Gestionale per cantine

La CNR Service presenta AD HOC CANTINA, la soluzione gestionale in grado di soddisfare le esigenze delle aziende vinicole e vitivinicole, con l'obiettivo di semplificare le operazioni decisionali e di introdurre in azienda nuovi strumenti per la condivisione e la tracciabilita' dei dati.

Madre Segreta a Creatives Are Bad 2009

Brief, Soluzione e Motivo del Rifiuto… insostenibile. La cronostoria del rifiuto preconcetto (?) di una comunicazione visiva quanto mai attuale e necessaria, presente in esclusiva nella tappa Creatives Are Bad 2009 dal 2 al 5 Aprile a Cava De’ Tirreni (Salerno).

Tra i relatori del dibattito inaugurale incentrato sul dialogo Autori/Committenti (e conseguenti difficoltà comunicative) che ci sarà nella giornata del 2 Aprile, Alex Badalic è l'unico che ha ottimizzato la promozione della mostra evento Creatives Are Bad attraverso una panoramica di progetti rifiutati dalle Committenti: dal Brief alla Soluzione proposta e alle motivazioni del Rifiuto, il Responsabile di AAA Creatives ha divulgato e condiviso alcuni dei casi di studio tra i più significativi che saranno esposti nell’edizione di Cava De’ Tirreni. Uno dei casi che hanno attirato l’ attenzione di Badalic e portato alla condivisione del percorso Brief/Soluzione/Rifiuto con l’autore di questo articolo si conclude con la sentenza perentoria della Committente  ”Un messaggio visivo troppo forte“. A rendere questo caso di studio significativo è il ruolo sociale ricoperto dalla Committente: con la motivazione “un messaggio sociale troppo forte“, la Provincia di Milano rifiuta la campagna pensata per Madre Segreta, il servizio della Provincia creato per favorire la conoscenza delle Leggi riguardanti  la maternità. Un rifiuto che prende le distanze, in controsenso, dalla realtà visiva del nostro vivere quotidiano.

La Provincia di Milano offre un sostegno concreto alle donne, favorendo la conoscenza delle leggi riguardanti la maternità rispetto alle possibilità di anonimato del parto.  Questo il concept del servizio Madre Segreta di cui EsseBlu curò nel 1998 l’immagine coordinata e la comunicazione visiva. La nostra storia inizia a partire dalla seconda metà del 2005. Il 19 Luglio del 2005 la newsletter della Presidenza del Consiglio dei Ministri riportava:

CAMPAGNA CONTRO L’ABBANDONO DEI NEONATI

”Non abbandonarlo puoi partorire senza dare il tuo nome. Il suo futuro sarà protetto”, è questo lo slogan della campagna di Informazione contro l’abbandono dei neonati promossa dal Ministero per le Pari opportunità assieme alla Commissione per le pari opportunità fra uomo e donna. Gli obiettivi dell’iniziativa sono: aiutare le donne che aspettano un figlio e che sono in difficoltà ad evitare gesti estremi come quello di abbandonare il proprio bambino; informare le donne che si può partorire in tutti gli ospedali senza lasciare il proprio nome, anche se si è immigrate clandestine; informare le donne che il bambino sarà accudito e dato in adozione ad una coppia italiana. Per far conoscere alle donne tutte le opportunità offerte dal nostro Paese saranno distribuiti un milione di opuscoli e 250 mila locandine nelle Asl, nei servizi sociali dei comuni e nelle associazioni che si occupano di assistenz a alle donne. Gli opuscoli informativi e le locandine sono realizzati in quattro lingue: italiano; inglese; spagnolo; francese; arabo …

Nel Dicembre del 2005, la Provincia di Milano sottolinea la campagna di sensibilizzazione del claim “non abbandonarlo puoi partorire senza dare il tuo nome. Il suo futuro sarà protetto” attraverso il servizio Madre Segreta di cui tratta ampiamente il Numero 4 della Rivista Istituzionale della Provincia di Milano:

All’800.400.400 rispondono 25 operatrici volontarie  specializzate affiancate dai professionisti del servizio, in grado di orientare e aiutare le donne tutelandone la privacy e la dignità.

[...] La nascita di un bambino è spesso un evento lieto. Purtroppo, però, in alcuni casi una gravidanza può essere indesiderata e creare angosce e problemi. Proprio per far fronte a queste difficoltà, la Provincia di Milano ha attivato dal 1996 il servizio “Madre segreta”. Esistono numerose leggi che tutelano il neonato e la madre e sono stati istituiti numerosi servizi a sostegno della famiglia, ma spesso per le donne in difficoltà è molto complicato accedervi, anche a causa del disagio provocato dal timore di un giudizio sociale negativo. “Madre segreta”, in un’ottica di prevenzione, offre un sostegno concreto alle donne, favorendo la conoscenza delle leggi riguardanti la maternità, anche rispetto alla possibilità di anonimato del parto; inoltre facilita l’accesso ai servizi, nel rispetto della privacy per la migliore tutela madre e del nascituro [...]

E’ importante dare il giusto risalto ad un passaggio del testo:

“Madre segreta”, in un’ottica di prevenzione, offre un sostegno concreto alle donne, favorendo la conoscenza delle leggi riguardanti la maternità, anche rispetto alla possibilità di anonimato del parto; inoltre facilita l’accesso ai servizi, nel rispetto della privacy per la migliore tutela madre e del nascituro.

Per quale motivo si sottolinea il discorso “anche rispetto alla possibilità di anonimato del parto” ? La risposta “dovrebbe” essere scontata facendo l’eco al Governo: perché c’è un problema che tocca tanto l’aborto clandestino quanto l’abbandono dei neonati. Ora, le favole ci hanno abituati a credere che la madre che “rifiuta” suo figlio alla nascita è propensa ad abbandonarlo di fronte alle porte di una Chiesa, di un Monastero, foss’anche all’interno di un confessionale, volendo. Le favole, appunto. La realtà di tutti i giorni (che ha mosso la campagna di sensibilizzazione del Governo), quella stessa con cui ci confrontiamo in muto dialogo di fronte alla televisione, ce ne racconta un’altra… ogni volta che arriva all’orecchio di una redazione una situazione “tipo”, si è sicuri che:

Madre Segreta si muove per fornire quell’informazione che manca (e che offre in chiusura, per quanto può, il servizio proposto via YouTube) in situazioni di maternità insostenibile. Un servizio di sensibilizzazione rispetto alle Leggi che tutelano madre e neonato e di cui c’è ignoranza in diversi contesti sociali (non ultimo, naturale, quello dell’immigrazione). Fin qui la straordinaria opera della Provincia di Milano. Poi, inizia l’anacronismo comunicativo. Nel 2006, EsseBlu riceve un nuovo incarico: modificare il messaggio allo scopo di allargare la comunicazione a chi vive sul territorio (Italiano o straniero che sia) al fine di arginare il fenomeno dell’abbandono dei neonati. Perché di fenomeno si tratta. 

 A fronte di un contesto geoculturale definito, la soluzione proposta da EsseBlu è chiara e diretta: “ Abbiamo proposto una campagna d’urto di facile lettura con un testo minimalista che si proponesse con la stessa efficacia in tutte le lingue utilizzate. Le immagini sono immediate e descrittive e a nostro avviso prive di aggressività”.

Esseblu per Madre Segreta

 No. La Provincia di Milano rifiuta il concetto minimalista, d’impatto, di facile “assimilazione” visiva. Troppo diretto. Troppo Chiaro. Troppo lineare. In sintesi, il motivo del rifiuto:  “La campagna non è stata realizzata perché la Provincia di Milano ha giudicato il messaggio visivo comunque troppo forte e crudo”. Eppure la televisione generalista, le redazioni telegiornalistiche e non, offrono (a notizia calda) un messaggio visivo ben più impattante e spiazzante a un “target” (ché qui di obiettivi cerebrali si tratta) che (si) è ricettivo ma che (chiaramente) non rappresenta la fascia sociale cui il messaggio dovrebbe essere destinato. Controsensi.

Creatives Are Bad - Road to Cava De' Tirreni Salerno April 2009

Organizzata da MTN Company in collaborazione con Comunitàzione.it, la mostra/evento Creatives Are Bad propone un confronto tra creativi e committenti per un dialogo aperto unico nel suo genere “per riflettere e confrontarsi su problematiche comuni e per interrogarsi sui perché celati dietro ogni rifiuto rifilato dai clienti” - un incipit di esempio in quei casi di studio proposti da NGT a Torino - “le problematiche legate alla cultura in comunicazione dei propri interlocutori, al modo in cui i creativi comunicano con loro, all’effettivo livello qualitativo delle proposte, alla cultura progettuale di ogni agenzia o studio di progettazione“.

Per maggiori informazioni:

website www.creativesarebad.com
blog ufficiale http://blog.creativesarebad.com 
Creatives Are Bad International at facebook

MTN Company Corso Mazzini 22, 84013 Cava de’ Tirreni (SA)
Segreteria organizzativa (ore 9.00-13.00 e 14.30-18.30)
tel 0893122124
fax 0893122125
cell. 392.4402468
mail info [at] creativesarebad.com

Moto gp, test Jarez

A posizionarsi in testa al test Jerez del Motogp è stato l'australiano del team ducati Casey Stoner, che porta a casa anche il record della pista, uno straordinario 1' 39.179 a bordo della sua Desmosedici GP9. (vai a motogp gara) Questa vittoria gli vale un'altra auto (ne aveva vinto una anche l'anno scorso, nella stessa occasione), una BMW 135i edizione limitata (BMW Sauber F1 Team Edition)
Al secondo posto a bordo della sua Fiat Yamaha è arrivato il Campione del Mondo in carica, Valentino Rossi, che nonostante la vittoria di Stoner è apparso soddisfatto della performance ottenuta a Jerez de la Frontera.Al terzo posto Loris Capirossi sulla sua Rizla Suzuki con Jorge Lorenzo e Chris Vermeulen in coda. Si è registrata una brutta caduta ai danni di James Toseland che ha perso il controllo della sua M1 all'altezza della curva 5, a 15 minuti dalla fine. Per fortuna nessuna grave conseguenza per lui.

Intervista a J.F. Englert

Lo scrittore americano JF Englert ha rilasciato un'esclusiva intervista su Libri da leggere, blog di recensioni di libri e interviste agli scrittori.



L'intervista è stata condotta da Daniele Imperi, che negli anni passati aveva già intervistato Terry Brooks, Andrea Camilleri e Bernard Cornwell.



JF Englert è l'autore della serie dedicata a Randolph, il cane senziente che ama leggere Dante e risolvere misteri.



In Italia sono già usciti i primi due romanzi della serie: Elementare, Randolph (A Dog About Town) e Randolph, un cane molto diplomatico (A Dog Among Diplomats). In America sta per uscire il terzo volume, A Dog At Sea.



Nell'intervista veniamo a conoscere come Englert ha scritto le sue storie, a chi si è ispirato ed altre interessanti curiosità sul mondo particolare di Randolph.



Leggi l'intervista a JF Englert su Libri da leggere.

Da NETASQ uno strumento anti-crisi

Al via il programma try & buy per firewall IPS della Serie U e dispositivi antispam MFILTRO, aperto a tutti i rivenditori di sicurezza informatica sul territorio italiano.

Scegliere con oculatezza tra le diverse soluzioni per la sicurezza informatica presenti sul mercato, specialmente nell’attuale situazione economica, non può e non dovrebbe essere una questione di prezzo o brand, bensì una questione di percezione della tecnologia, ottenuta attraverso accurati test sul campo. Questa intuizione nasce da un dato interessante, emerso dall’attenda analisi condotta da NETASQ, produttore leader europeo di soluzioni per la prevenzione contro le intrusioni proattiva day 0, inerente ai processi di vendita dello scorso anno: “il 97% dei clienti che testano le nostre soluzioni le acquistano” ci confida il Dr. Fabio SALVATORI, Sales Manager di NETASQ Italia.

“Questo dato ci indica che la tecnologia NETASQ si rivela un asset critico per i clienti che la testano” continua Salvatori. “Intendiamo quindi favorire la migrazione da soluzioni di sicurezza obsolete / incomplete a dispositivi UTM ed antispam all’avanguardia, con un programma try & buy sviluppato ad hoc, che non gravi sui nostri partner attuali o potenziali imponendo l’acquisto di unità dimostrative non rivendibili, e garantendo la continuità del servizio al cliente, che potrà conservare l’appliance senza interruzione, dal test all’installazione definitiva”.

Il programma try & buy riguarda in particolare i dispositivi della serie U a partire dal modello U450 fino al firewall IPS U6000 ed anche i dispositivi antispam MFILTRO, modelli M1000 e M3000. “A fronte della crisi per i rivenditori è più difficile investire in unità dimostrative di grandi dimensioni a scopo di test, con conseguenze sulla loro capacità propositiva presso aziende di medie e grandi dimensioni. Accorciando sensibilmente il processo di vendita con unità che non vanno sostituite una volta terminato il periodo di valutazione e che possono essere rese senza incorrere in alcun costo qualora il cliente decida diversamente, consentiamo ai nostri partner attuali e potenziali di non perdere buone opportunità” conclude Salvatori. I rivenditori potranno inoltre contare sul sostegno operativo dell’azienda: ogni test sarà accompagnato dai tecnici di NETASQ Italia.

La procedura di richiesta e reso delle macchine high-end è molto semplice. Il rivenditore dovrà semplicemente scaricare e compilare i rispettivi moduli dal sito www.netasq.com/it/secure/try-buy.php ed inviarli al team di NETASQ Italia, che si occuperà di tutto il resto.

Il giro del mondo in 80 ricette a TORINO con Leggere è un gusto!

Alla Libreria Fògola, in Piazza Carlo Felice 15, Torino, lunedì 6 aprile alle ore 21.00 Irene Cabiati ci accompagnerà alla scoperta di un Jules Verne ghiotto di nuovi gusti e nuovi sapori.

I suoi eroi sono alla continua ricerca di luoghi, persone o tesori in tutto il mondo, non indugiano mai sul cibo e così attraverso le loro fantastiche avventure è possibile tracciare un atlante di sapori: dal Moussaka greco allo Chapati indiano, dalle lenticchie al cocco tanzaniane alla zuppa di mirtilli statunitense. 
Irene Cabiati raccoglie mirabilmente ogni avventura raccontata da Verne, insegnandoci così che il viaggio è conoscenza… anche del gusto!
 

Alla presentazione interverrà Piero Gondolo della Riva, vicepresidente della Société Jules Verne di Parigi e del Centre International Jules Verne di Amiens, e il giornalista e scrittore Renzo Rossotti. 

L'autrice: 
Irene Cabiati, giornalista, vive a Torino. In viaggio sin da bambina, ha percorso mari e deserti apprezzando la diversità delle persone incontrate come stimolo di crescita 

Scheda libro:  

autore: Irene Cabiati 
titolo: Il giro del mondo in 80 ricette. In viaggio con Jules Verne.

anno: 2009 
pagg.: 152 
ISBN: 978-88-95177-36-6 
prezzo: euro 10,00
Collana : Leggere è un gusto!

Bormioli Rocco sponsor ufficiale di Slowfish

L'azienda sarà presente a Genova dal 17 al 20 aprile per la manifestazione dedicata al mare e ai suoi prodotti con il proprio stand, inoltre fornirà i calici per i Laboratori dell'acqua e l'Enoteca

Prosegue la partnership fra Slow Food e Bormioli Rocco nel segno della tutela del territorio. Dopo il Salone del Gusto di Torino, è la volta di Slow Fish, la manifestazione dedicata al mondo ittico che si terrà a Genova dal 17 al 20 Aprile. L'azienda, infatti, sarà sponsor ufficiale dell'edizione 2009 e fornirà i calici per i Laboratori dell'Acqua e per l'Enoteca. I prodotti dell'azienda saranno presenti anche ai Teatri del Gusto.

Il padiglione B della Fiera, proprio di fronte al mare, sarà la cornice di una fitta serie di incontri, convegni e degustazioni che animeranno la kermesse. Al centro del dibattito ci sarà il Mediterraneo, la biodiversità, una produzione e un consumo consapevole e l'educazione al gusto.

Oltre al Mercato, l'area commerciale-espositiva, vale pena di visitare le Isole del Gusto e le Osterie del Mare per scoprire territori e tradizioni gastronomiche, i presidi Slowfood, una finestra aperta su prodotti tipici e metodi di lavorazione da conservare. Da non perdere i Laboratori dell'acqua, riservati all'informazione e l'Enoteca dove sperimentare gustosi accostamenti fra vino e pesce.

Per valorizzare il bouquet delle migliori etichette italiane ed estere, Bormioli Rocco mette a disposizione dei gourmet i calici per la degustazione Premium. La linea, realizzata con la collaborazione dell'Associazione Italiana Sommelier, è ancora più completa grazie a due nuovi articoli: Montepulciano e Rosè. Il primo è un calice per un vino corposo e strutturato; il secondo nasce in risposta al successo crescente dei rosè. Per quanto riguarda i bicchieri, invece, l'azienda ha selezionato la linea Pegaso perché fonde insieme funzionalità e cura per il design, praticità d'uso e qualità dei materiali.

Con questa sponsorizzazione Bormioli Rocco conferma il suo impegno per la difesa dell'ambiente. L'azienda, inoltre, adotta imballi realizzati con materiali riciclati e tecnologie che contribuiscono al risparmio energetico.

Per saperne di più sui prodotti della Divisione Casa, fra cui bicchieri in vetro, piatti e accessori per la tavola, visita il sito http://www.bormioliroccocasa.com

Contatti:
Layoutweb, Layout Advertisng Group
Pubblic Relation Department
Simona Bonati e-mail: bonati@layoutweb.it
http://www.layoutweb.it

Design italiano + tecnologia = le tende tecniche di Resstende

Partner di grandi studi di architettura, l'azienda produce una vasta gamma di prodotti che uniscono attenzione ai valori estetici, duttilità e praticità d'uso, come Dallas e Comfort, il sistema avvolgibile Flex Ress e il tessuto Dream.

Il sole è un piacere, per viverlo a pieno ci sono i prodotti di Resstende: hight-tech e con design squisitamente italiano, come le tende tecniche Dallas e Comfort, il sistema avvolgibile Flex Ress, il nuovissimo tessuto Dream.

Perfetta sintesi fra cura dell'estetica e funzionalità, Dallas è costituita da un cassonetto circolare in alluminio, con guide cavo in acciaio inox oppure con guide in tondino, dello stesso materiale. Per queste tende per esterni, il reparto progettazione dell’azienda ha ideato un sistema di ancoraggio, che permette di schermare ampie superfici di vetro e facciate continue. Grazie al fissaggio in sospensione su tondini in acciaio inox, Dallas ha un'eccezionale tenuta al vento.

Il sistema Dallas è stato utilizzato in diversi progetti curati da importanti studi di internazionali e proprio per i professionisti del settore che vogliono sperimentare soluzioni innovative e “flexibili”, l'azienda di Agrate Brianza ha ideato Flex Ress, il sistema avvolgibile con staffa a fissaggio modulare in acciaio inox.
Questo prodotto ha nella duttilità il suo punto di forza: direttamente in cantiere, infatti, si può modificare la distanza del cavo dalla parete e variare la posizione delle piastre in base alle superfici di appoggio. Soffitti e pareti inclinate da ostacolo diventano uno stimolo per studiare combinazioni ad effetto, grazie anche al cilindro porta cavo può ruotare liberamente con gli apposti accessori. Adatto per interni e per esterni, il sistema è flessibile anche nelle diverse opzioni di movimentazione: ad argano oppure con dispositivi a motore.

Dalla massima flessibilità si passa alla massima funzionalità di Comfort, la tenda a catena che con un semplice tocco si avvolge silenziosamente. Questo prodotto si distingue per la dolcezza dello scorrimento e l’eccezionale praticità: senza smontare la tenda dal muro si può cambiare il lato di manovra.
Pensate per uso residenziale, dalle abitazioni private agli hotel, queste tende a rullo sono realizzate in due colori basic: il bianco e il nero. Per quanto riguarda i materiali, sono stati scelti tessuti tecnici, specifici per interni, filtranti oppure oscuranti in modo da garantire una schermatura ottimale della luce solare.

E in fatto di tessuti Resstende ha di recente lanciato Dream, oscurante al 98%, ignifugo e insonorizzante. Grazie alla elevata percentuale di riflessione dell'energia solare, Dream garantisce una buona schermatura, inoltre, appartiene alla classe di reazione al fuoco C1.
Disponibile in sette colori, blu, bianco, rosso, beige, verde, grigio chiaro e grigio scuro, questo tessuto aggiunge un inconfondibile tocco di stile alle tende per interni.

Per maggiori informazioni sui prodotti di Resstende, visita il sito http://www.resstende.com

Contatti:

Layoutweb, Layout Advertising Group
Public Relation Department
Simona Bonati
E-mail: bonati@layoutweb.it
http://www.layoutweb.it

L'ELEGANZA QUOTIDIANA E SPORTIVA DI GUY ROVER


L’ELEGANZA QUOTIDIANA E SPORTIVA DI GUY ROVER


Easy wear è lo stile sportivo della collezione Guy Rover che non trascura eleganza e dettagli preziosi presenti in ogni camicia, sia in quella botton down, con astina in metallo e polso rovesciato chiuso con bottone o con gemello, sia nei modelli in piquet, vivaci nei colori e innovativi nei tessuti.
Emblema e simbolo della storia e della tradizione Guy Rover, è la camicia Portofino, dal nome della nota località ligure, proposta nella collezione estiva 2009.
Una camicia leggendaria, un modello ritrovato negli archivi storici dell’azienda, amato da affezionati clienti che hanno apprezzato, nel tempo, la bellezza e l’eleganza dégagé del lino, espressa nelle molte varianti di colori.
Portofino, camicia preziosa, un po’ lunga, con collo alla coreana e manica senza polso, rappresenterà con fascino ed eleganza l’estate maschile.
La camicia Japan è dedicata a chi, dopo il piquet, torna alla camicia, ma sceglie una camicia lunga come una polo, realizzata in tessuto giapponese, con bellissimi colori e alcune parti, sottocollo, interno polso, carré piccolo, realizzate ancora in maglia di piquet.
La camicia Jeans, è in tessuto denim cimosato, di particolare pregio e bellezza, creato in Giappone con vecchi telai.
Un'altra novità è la camicia reversibile, studiata per essere indossata da entrambi i lati, l’effetto è morbido, naturale, sportivo, estremamente chic.




Ufficio Stampa A&V Communication- t.02 2668 |850
aev.pr@fastwebnet.it

Metamorfosi di un centro congressi

Un convento lusso per eventi d'eccezione: una definizione che si adatta perfettamente al centro congressi di Villa Medici Giulini, un eden di serenità bellezza alle porte di Milano che diffonde l'atmosfera di un antico convento, creando un distacco dalla realtà esterna. Le strutture del centro congressi sono una parte completamente indipendente del complesso monumentale di Villa Medici, in origine una villa-fattoria, tipica della Lombardia del '600, acquistata nel 1980 da Fernanda Giulini, diplomata al Conservatorio di Milano e figura importante dell'imprenditoria milanese. Sua l'idea di trasformare la villa in una casa museo per ospitare la sua preziosa collezione di antichi stru-menti a tastiera, riproponendo la tradizione settecentesca dei concerti in villa. Nel lussuoso centro congressi o negli spazi all’aperto di Villa Medici Giulini ogni evento trova l’ambientazione migliore.

Una location esclusiva e flessibile
Il centro congressi di Villa Medici Giulini è composto da un insieme di lussuose sale e salette per sottogruppi, perfettamente insonorizzate e dotate delle attrezzature indispensabili all'attività convegnista, che offrono una grande duttilità di allestimento per adeguarsi alle varie tipologie di eventi. La Sala dei Cavalieri, lo spazio più ampio e funzionale, dispone di dotazioni hi-tech, tra cui uno schermo 250x280, videoproiettore, teleconferenza, traduzione simultanea in più lingue e lavagna luminosa. Può essere allestita a ferro di cavallo, a banchi di scuola e a platea, e accogliere fino a 120 persone. Questa hotel sala convegno prende luce dalle finestre che, a nord, si affacciano sulle montagne del Lecchese e, a sud, su un incantevole giardino di rose. Anche la Sala dell'Organo Toscano, che deve il nome all'antico strumento che la impreziosisce,è molto spaziosa ed ideale per una disposizio-ne a ferro di cavallo, mentre l'adiacente Sala dell'Organo Napoletano, strumento che ha il registro degli usignoli, è adatta a coffee-break e a servizi di segreteria. Per i seminari residenziali, il centro congressi dispone di 20 camere lussuose, arredate in modo diverso una dall'altra tanto da trasmettere la percezione di trovarsi in un'antica dimora, rafforzando quell’alone di serenità di cui è permeato l'intero complesso. Infine in tutte le sale è disponibile la connessione Internet a banda larga, e a richiesta anche wireless.

Musica, gala e vitti rari per concludere con stile
Anche le due splendide sale da pranzo del centro congressi Milano, collegate fra loro e arredate in modo omogeneo e lussuoso, possono essere allestite in maniera flessibile, per esempio a tavolo imperiale o a tavolo manageriale.
Decorate da pitture a grisaille che raccontano la storia di Amore e Psiche, le sale sono adatte sia a piccole cene, con tavolo disposto al centro dello spazio, sia a ricevimenti importanti per oltre cento ospiti. Ma non è tutto. Anche il curatissimo giardino di Villa Medici Giulini può trasformarsi, durante un meeting, nello stupendo scenario di un ricevimento a cielo aperto. Particolarmente apprezzata dagli ospiti la cena di gala organizzata a conclusione di un evento. Realizzata con un menù molto ricercato, la cena è anche l'occasione di conoscere i pregiati vini di Gavi La Marchesa, una tenuta di proprietà della famiglia Giulini (albergo sala meeting). Ecco allora Io Chardonnay Brut Doc, un spumante leggero per aperitivi e dessert, il Gavi Doc, adatto ad alimenti leggeri. il Monferrato Claret Doc, ideale per i piatti freddi e, infine, il Monferrato Rosso, un vino rosso rubino vinificato in un vero Chateau La Mar-chesa, perfetto con secondi piatti di carni bianche e rosse. Villa Medici Giulini può regalare altre emozioni. In occasione di un evento davvero eccezionale anche la conclusione è straordinaria: la villa, una realtà strettamente privata, apre i cancelli per offrire agli ospiti un seducente percorso nella musica con un concerto itinerante durante il quale vengono suonati diversi strumenti musicali della collezione, tutti in uno stato di conservazione praticamente perfetto.

Villa Medici Giulini
Ufficio: corso di Porta Nuova 15, Milano
Tel. 335.295939 – Fax 02.6555576
via Medici 6 - 20040 Briosco (MI)
villamedici@abitarelastoria.it
www.villamedici-giulini.it
Fernanda Giulini

FONTE: Meeting e Congressi, Settembre 2004

Distribuito da
Prima Posizione – Risolvere crisi economia italiana

Atempo Live Backup 3.3 migliora la 'semplicità utente' nella gestione del backup e recupero dati aziendali per computer fissi e portatili

Il software Continuous Data Protection (CDP) introduce un sistema web-based per il recupero file, il ripristino multiplo di file a favore dell'utente finale in termini di semplicità e flessibilità

Palo Alto, California – Atempo Inc., leader nello sviluppo applicazioni per la protezione dati e soluzioni cross-platform per l'archiviazione, ha annunciato oggi alcuni miglioramenti apportati ad Atempo Live Backup, che permettono agli utenti finali di medie e grandi organizzazioni una maggiore flessibilità e controllo nel processo di backup e recupero dati dai loro computer portatili e fissi. Live Backup 3.3 migliora in generale la end-user experience offrendo nuove caratteristiche tra cui un'interfaccia grafica web-based per il recupero dati, la capacità di ripristino multiplo e simultaneo di file e la configurazione client-side delle politiche di backup. Queste caratteristiche semplificano per gli utenti il processo di protezione dei dati e diminuiscono la necessità di interve nto da parte degli amministratori.

Atempo Live Backup assicura una continuous data protection (CDP) catturando e rintracciando in modo automatico e continuo le modifiche ai dati nel momento in cui avvengono su qualsiasi computer fisso o portatile collegato alla rete. Il software offre ampie capacità di recupero file tra cui il ripristino di file perduti oppure accidentalmente cancellati e il completo recupero del sistema.

Live Backup 3.3 introduce una nuova interfaccia grafica web-based che permette agli utenti finali di recuperare file perduti da un qualsiasi altro computer. Questa nuova funzione ha molteplici ed importanti benefici, in particolar modo per gli utenti che devono affrontare la perdita completa di una postazione di lavoro. Piuttosto che attendere l'intervento degli amministratori e l'esecuzione di un processo completo di disaster recovery, questi utenti hanno ora la possibilità di recuperare immediatamente i loro dati semplicemente accedendo alla piattaforma web alla ricerca dei loro file. Questo processo di recupero da remoto favorisce ulteriormente gli utenti che si trovano fuori dall'ufficio e lontano dalle loro postazioni di lavoro. In caso di bisogno di accesso immediato ad un file gli utenti, indipendentemente da dove si trovano, possono semplicemente collegarsi tramite l'interfaccia web per trovare i propri dati salvati.

Mark Sutter, CTO di Atempo spiega: "La grande quantità di dati digitali memorizzati localmente nelle postazioni di lavoro aziendali fa sì che il backup ed il recupero siano oggi ancor più importanti nell'ambito delle strategie aziendali di protezione dei dati. Allo stesso tempo le politiche di backup dell'utente finale sono più efficaci se il sistema è user friendly. Le nuove potenzialità di Live Backup 3.3 permettono la più innovativa 'user experience' e, unite alle notevoli capacità di protezione dati del software, offrono ai clienti una soluzione completa ottimizzata per ambienti Windows o Mac".

Con Atempo Live Backup 3.3 una maggiore flessibilità ed efficacia permettono agli utenti di ripristinare una moltitudine di file nello stesso momento piuttosto che dover eseguire operazioni di recupero separate. Inoltre, gli amministratori che desiderano concedere un maggiore controllo agli utenti beneficiano della nuova configurazione client-side del software che permette ora agli utenti sia Windows che Mac di stabilire le proprie politiche di backup personalizzando le liste di inclusione ed esclusione per determinare il tipo di dati che necessita di protezione.

"Siamo stati colpiti dalla semplicità di installazione come pure dalla stabilità e facilità di utilizzo di Atempo Live Backup" spiega Didier Martin, IT Manager del Gruppo RTL in Belgio. "Un'altra caratteristica importante è la tecnologia continuous data protection che è del tutto trasparente per l'utente. Grazie a Live Backup sappiamo che in caso di furto o smarrimento di un computer portatile, o in caso di qualsiasi problema hardware saremo in grado di ripristinare il sistema in brevissimo tempo".

Il software è stato ulteriormente implementato con la tecnologia Microsoft VSS al fine di creare punti di controllo (checkpoints) più affidabili con un minor numero di eccezioni nel processo di backup. Oltre ai checkpoint del sistema, Atempo Live Backup offre ora i data checkpoints, rappresentanti un insieme di dati in un preciso momento nel tempo, che possono essere utilizzati nell'ambito di operazioni di recupero multiplo di file e cartelle.

Atempo Live Backup 3.3 fornisce anche un nuovo supporto per Windows Server 2008. Il software è ora disponibile. Per maggiori informazioni visitate www.atempo.com/livebackup.

Atempo
Atempo permette alle organizzazioni di proteggere, gestire, archiviare e recuperare informazioni digitali in modo semplice ed efficiace da qualsiasi infrastruttura o piattaforma ed in qualsiasi momento. Atempo offre un ampio portafoglio di soluzioni software integrate tra cui backup e recupero di server, continuous data protection per postazioni di lavoro fisse e computer portatili e archiviazione di lunga durata di file e messaggi email. Atempo semplifica la gestione dei dati attraverso tutto il loro ciclo vitale fornendo straordinaria visibilità e controllo sulla crescita dei dati e sui costi di infrastruttura oltre che limitazione dei rischi. Il servizio di Atempo raggiunge migliaia di clienti in tutto il mondo attraverso una rete vendita e assistenza di oltre 200 distributori e partner commerciali.
www.atempo.com

Maleva
Maleva e' il distributore italiano di Atempo.
Con uno staff tecnico dedicato al supporto del prodotto in italiano e' in grado di offrire ai rivenditori IT training, certificazioni e vendita del portafoglio prodotti.
L'elevato livello di supporto e' confermato dalla soddisfazione dei clienti.
www.maleva.it

Contattaci subito per una installazione LiveBackup di test nella tua azienda!

LIGNANO: METTI IN MOSTRA LE TUE FOTO CON IL PARCO ZOO

Chi possiede una foto scattata nella struttura di Lignano Sabbiadoro dal 1979 ad oggi può diventare protagonista delle iniziative in programma al Parco Zoo per quest’estate.

Il Parco Zoo Punta Verde di Lignano Sabbiadoro ha da poco riaperto i battenti per dare inizio ad una nuova stagione di grandi eventi ed iniziative  che coinvolgeranno tutti i visitatori e gli amanti degli animali e della natura. Lo zoo lignanese quest’anno compie trent’anni e proprio per ripercorrere insieme le tappe più significative del lungo percorso che lo ha caratterizzato, la struttura ha in programma di realizzare un book e una mostra fotografica focalizzata sulla storia e i ricordi di chi ha vissuto e visitato il parco in questi anni. Tutti coloro che possiedono qualche foto di una gita trascorsa allo zoo di Lignano possono così entrare nell’album dei ricordi del Parco e partecipare attivamente con Metti in mostra i tuoi ricordi ai festeggiamenti previsti per quest’estate. Le immagini più belle saranno, inoltre, esposte all’interno del Parco Zoo Punta Verde per tutta la durata dei festeggiamenti. 
Il Parzo Zoo invita quindi ad inviarLignanoe le fotografie ricordo scattate al parco fin dal 1979, anno in cui ha avuto inizio l’attività, e nelle quali si possano scorgere animali o scorci della struttura com’era un tempo. Le immagini potranno essere inviate via posta ordinaria o attraverso il sito web del parco, all’indirizzo www.parcozoopuntaverde.it. Qui si potranno trovare, inoltre, tutte le informazioni per partecipare all’iniziativa.

L’amore e il meticoloso rispetto verso la natura e gli animali che ha contraddistinto l’attività di Sergio Rodeano e successivamente della figlia Maria hanno contribuito a fare dell’incantevole oasi faunistica di Lignano una meta imperdibile per tantissimi nonni, genitori e bambini del passato e del presente. “Questa iniziativa – afferma il direttore Maria Rodeano – ha lo scopo di coinvolgere i tanti visitatori del parco di ieri e di oggi, e  renderli tutti protagonisti della nostra storia”.

Vivi ‘La Dolce Vita’ in una casa per vacanze in Italia

Possedere una casa per vacanze in Italia è associato all'idea di vivere all'insegna della “dolce vita”. Questo bellissimo paese offre molto di piú di cibo rinomato e città storiche. Offre un vero e proprio stile di vita. Se siete uno straniero che ha comprato una casa per vacanze da qualche parte in campagna o in un parco naturale allora questo stile di vita è piú a contatto con la natura. Quale che sia il tipo di immobile che avete deciso di acquistare in Italia, l'ampia scelta presente su ViaCasa.it vi dà la possibilità di trovare la soluzione migliore per rispondere alle vostre esigenze. ViaCasa.it è il portale immobiliare che vi offre tutte le ultime notizie, ricerche di mercato e statistiche sulle vendite ed affitti di case in Italia e molto piú.

Quali sono esattamente le cose che potrebbero persuadervi ad acquistare un immobile in Italia? Bere il caffè del mattino nel piccolo bar all'angolo, dove i locali assaporano i loro caffè espresso, il mercato sulla piazza principale, l'aroma della pizza appena sfornata, la dolce brezza del vento dai boschi o dalle montagne, i volti degli anziani che giocano a scacchi nella piazza, i negozietti che vendono gioielli, cioccolata, verdure di stagione e tutto ció con cui venite a contatto quando acquistate un immobile in Italia. Quello che comprate è molto di piú di un immobile: è un'esperienza di vita.
Inutile dire che il prezzo determina quanto dolce possa essere la vita. L'Italia ha molte regioni nelle quali gli standard di vita sono buoni e il livello dei prezzi non è alto. Comprare una casa in queste zone vi costa meno, ad esempio, che in Francia. Potete paragonare i diversi prezzi sul portale di ViaCasa.it.

Una delle zone ancora da scoprire e relativamente economiche in cui vivere in Italia è ad esempio l'Abruzzo. La zona ha molto da offrire a coloro che decidono di acquistarvi un immobile. Ci sono le montagne, paesaggi selvaggi, affascinanti paesini nascosti tra le montagne, cibo eccellente e case economiche. La zona non è turistica e questo è quello che la rende la scelta giusta per coloro che vogliono vivere appieno lo stile di vita italiano. Inoltre, se sentite la mancanza della vita cittadina, potete facilmente viaggiare verso l'Aquila o Roma, che si trovano a circa due ore di macchina di distanza l'una dall'altra. Ulteriori vantaggi del vivere in queste zone sono le ottime infrastrutture e la disponibilità di trasporti pubblici economici. Avere una casa qui è ottimo non solo per l'estate ma anche per l'inverno, dato che ci sono piú di 20 località sciistiche quali Campo Felice, per citarne una delle piú famose.

Tuttavia, se il vostro desiderio è quello possedere una casa dall'aspetto piú tradizionale, questo potrebbe essere problematico in molte regioni italiane in quanto le case rustiche, cosí amate dagli stranieri, sono quali del tutto scomparse. Responsabili di questo sono le ristrutturazioni selvagge degli anni 80 durante le quali molte case rustiche sono state trasformate in case moderne e stravaganti per rispondere alle richieste dei compratori italiani, che si erano stancati delle case dall'aspetto tradizionale. Comunque, se state cercando una casa rustica, consultate il sito ViaCasa.it, sul quale potrete trovare una vasta scelta di case di ogni tipo.

L'Italia è un paese incredibile e ha tutto ció che serve per trasformare la “dolce vita” in realtà.