lunedì, settembre 05, 2016

Speakeasy: a Roma rivive l'arte della mixology

Gli speakeasy a Roma fanno rivivere il fascino dell’epoca d’oro del gangsterismo, quella di Al Capone e degli altri personaggi della malavita resi celebri non solo dalla storia, ma anche dal cinema, dai videogiochi e dalle serie tv.

Ma cosa sono gli speakeasy? Si tratta di locali segreti sorti nel periodo del proibizionismo negli Stati Uniti. Erano appena gli iniziati gli anni ’20, quando con il Volstead Act veniva imposto un regime di proibizionismo sulle bevande alcoliche. Questo divieto fece infuriare non poco gli americani. I gangster capirono allora che potevano trarre profitto da questa legge, e iniziarono a produrre, importare e vendere le bevande alcoliche. Il più famoso di tutti i gangster del periodo, e probabilmente della storia, fu senza dubbio Al Capone, italo-americano cresciuto per le strade di New York, e poi divenuto il re (oltre che il sindaco) di Chicago. Per vendere i liquori, i boss della malavita si erano inventati dei locali segreti a cui sono ispirati i moderni speakeasy a Roma. Situati segretamente nei retrobottega dei Barber Shop, o nelle profondità dei Basement dei palazzi, vi si accedeva per conoscenze dirette, o mediante parole d'ordine da pronunciare all’ingresso. In quelli più piccoli, si doveva parlar piano, “speakeasy”, appunto, per non far scoprire l’attività nascosta. In quelli più grandi, invece, si apriva un mondo di possibilità e di trasgressione: tavoli da gioco, ballerine di burlesque o di can can, musica jazz e fiumi di alcool da bere in allegria. Un vero paradiso in terra, o forse l’inferno, in un periodo dominato dalla popolazione americana più sobria e morigerata, i puritani, che avevano fatto pressioni per far approvare la legge sul proibizionismo. Fatto sta che l’alcool scorreva a fiumi e che, proprio in quel periodo, si andava diffondendo l’arte del bere miscelato, la mixology, e nascevano cocktail eccellenti, apprezzati ancora oggi.

Gli speakeasy a Roma celebrano quel periodo e diffondono proprio la cultura della mixology, offrendo spirit eccellenti e soprattutto cocktail di qualità eccellenti, proposti nelle loro versioni originali, vintage, o in versioni originali, arricchite da essenze più moderne e innovative. Vivete anche voi il fascino del periodo del proibizionismo. Entrare nel mondo dei gangster e degli speakeasy.

Posta un commento