mercoledì, febbraio 08, 2017

Rampe per disabili, la normativa che regola pendenza e larghezza

Le rampe e le pedane per disabili sono regolare da severe leggi che ne regolano la pendenza e la larghezza, oltre al dislivello massimo entro il quale possono essere installate.

La normativa sulle rampe per disabili prevede una pendenza che non deve superare l'8%, in quanto una percentuale maggiore potrebbe diventare difficoltosa e pericolosa nella salita e nella discesa. E' prevista poi una pendenza superiore in caso di adeguamento di vecchi e il massimo dislivello superabile è di m 3,20.

La larghezza minima, invece, sempre secondo la normativa delle rampe per disabili, deve essere di 0,90 m., per consentire il passaggio di una persona sulla sedia a rotelle, e di 1,50 m nei luoghi di maggior afflusso, per consentire l’incrocio di due persone. In presenza poi di passaggi obbligati o per restrizioni dei percorsi a causa di lavori in corso, la larghezza può essere, ridotta fino ad un massimo 0,90 m.

Inoltre, prima d’installazione una rampa è importante sapere che:
- non è possibile inserirla se no presenti porte a una distanza inferiore a 1m, nei punti di arrivo e di partenza;
- non è possibile montare una rampa quando la pendenza supera l'8% e la lunghezza è superiore a 10 m;
E’ sempre bene poi controllare le leggi regionali che regolano le rampe per disabili, per essere sicuri di essere a norma, come nel caso della Regione Lombardia.

Per chi ha necessità di installare queste strutture, Ilma da anni è specializzata nella produzione e vendita di rampe per disabili e pedane elevatrici dando vita a strutture sicure, funzionali che si adattano perfettamente ad ogni edificio.
Posta un commento