mercoledì, marzo 01, 2017

Arnesi - Distruzioni per l'uso (La Clinica Dischi 2017)


Genere: Rock Rurale
Distribuzione Digitale: iTunes, GooglePlay, Spotify
Release Date: 03/04/2017


Il 3 Aprile 2017 uscirà per l'etichetta indipendente La Clinica Dischi, un album molto interessante e particolare.
Un album dai suoni creati da strumenti poveri, rurali, spesso malconci e nato dalla voglia di inventarsi qualcosa
che possa “generare” suoni innovativi e allo stesso tempo ruvidi, immediati, senza troppi fronzoli.

Loro si chiamano Arnesi e il disco lo hanno intitolato “Distruzioni per l'uso”. Un titolo che ci piace e che ben rappresenta l'essenza dell'opera soprattutto per i bei testi in italiano.
Testi che che raccontano in maniera cinica e dissacrante la vita di tutti i giorni, dagli amori perduti all’odio per i vecchi che vanno piano in autostrada.

Questo è il loro primo album composto da 8 pezzi che rappresentano le varie sfaccettature di uno stile di vita libero che loro voglio trasmettere attraverso la loro musica e il loro modo di essere. Nel disco si parla del vizio e dell’amore rinnegato, di difficili risvegli alcolici e di speranze naufragate, di ritocchi estetici e lavaggi del cervello, di persone perdute e menzogne necessarie, e infine di livornesi che scambiano il Mar Tirreno per l’oceano. In breve, in otto canzoni, lo sguardo della band sul mondo di oggi,
su loro stessi e sui posti dove sono cresciuti e ancora vivono.
CREDITS ALBUM:
Registrato e mixato a Sarzana (SP) da Leonardo Lombardi e Roberto Benacci presso lo studio de La Clinica Dischi.
Master realizzato a Lecco (LC) da Salvatore Addeo presso AEMME Recording Studio.
Progettazione grafica/Artwork: Eleonora Bientinesi.
Foto: Andrea Guardavilla.
Promozione e distribuzione: La Clinica Dischi e Worilla-Press&Promotion.

TRACKLIST:
1- RISVEGLIO
2- IL PRESIDENTE
3- SURF AL CALAMBRONE
4- IERI HO PICCHIATO MIA NONNA
5- MENTIRE A SE’ STESSI
6- CHIRURGIA ESTETICA
7- SOGNO LA PENSIONE
8- GELIDA

LINE UP:
Federico Bientinesi – voce, chitarra
Luca Martini – armonica
Michele Barbato – batteria

Posta un commento