martedì, dicembre 20, 2016

A Catania il premio nazionale ''Migliore Città Liberty'' 2016

Il sindaco Enzo Bianco ha ricevuto il riconoscimento per Catania quale ”Migliore città Liberty” per l'anno 2016. Il premio nazionale è stato conferito dall’istituzione culturale ”Italia Liberty” rappresentata da Andrea Speziali esperto d’arte e conoscitore del Liberty.
Nel corso della cerimonia, svoltasi nella sede del Liceo Scientifico “Galileo Galilei, anche gli studenti hanno ricevuto un riconoscimento speciale per aver partecipato al concorso fotografico, di cui è direttore artistico sempre lo stesso Speziali, che li ha portati a censire e fotografare gli edifici tra Liberty ed Eclettismo più significativi di Catania che è ricca di preziosi esempi di opere architettoniche e artistiche in stile Art Nouveau, come: villa Rigoletto (o villa Ardizzone), villa Del Grado, villa Miranda progettata da Fichera, Palazzo Marano, palazzo Liberty in piazza Principessa Jolanda, Palazzo Rosa, la facciata di negozio Frigerio, villa Del Grado (recentemente ristrutturata), Il palazzo Vucetich di gusto Art Déco e l'Hotel Liberty che come struttura ricettiva ha influenzato la vittoria della città di Catania.
“Gli studenti – ha detto il sindaco Bianco – oltre ad avere apprezzato le bellezze molteplici della Città hanno fatto un’operazione di arricchimento personale e di marketing positivo, proponendo un ricco itinerario turistico sul liberty”.
I ragazzi con il loro lavoro hanno anche realizzato un’interessante brochure con un itinerario, fruibile dai turisti, che dimostra grande sensibilità nella  promozione e nella valorizzazione delle bellezze artistiche e architettoniche della loro città. Durante le ricerche gli alunni del Liceo sono stati affiancati dai loro professori e dalle preside Gabriella Chisari e dai funzionari dell’Ufficio Turismo. Lo stesso Info point turistico promuoverà l’itinerario tracciato diffondendo la loro brochure redatta con testi in italiano e in inglese oltre alla visione online dal portale (www.italialiberty.it).
“Catania – ha continuato il primo cittadino – tra le sue bellezze architettoniche annovera tanti begli esempi di edifici Liberty. Sono particolarmente lieto di ricevere questo riconoscimento d’eccellenza per la città e che gli studenti  del Galilei abbiano,attraverso esperienze di alternanza scuola lavoro e la collaborazione con l’Amministrazione, riscoperto un aspetto della città che non tutti conoscono, perché Catania oltre ad essere una città dinamica è anche davvero bella, tanto bella da sorprendere chi la visita”.
“Attraverso il sito Italia Liberty – ha detto Speziali- da qualche anno sono venute fuori apprezzabili realtà di questo stile in tutta Italia. Ad esempio gli affreschi di Cambellotti nell'atrio di un palazzo di villa Dalmazia a Bari o la villa di Tito Schipa a Lecce. La vera scoperta è stata anche quella che molti edifici privati sono gelosamente custoditi dai proprietari e confidiamo, come già avviene, siano sempre di più aperti alla fruizione di tutti”.
Speziali ha proposto al Sindaco di ospitare in città la prima rassegna nazionale del Liberty con sezioni dedicate alle arti applicate di Vittorio Ducrot, nel centocinquantesimo dalla nascita dell’artista palermitano, e Giuseppe Sommaruga, architetto protagonista dello stile Liberty italiano nel centenario dalla morte e centocinquantesimo dalla nascita (www.mostrasommaruga.it). L'auspicio di allestire una mostra nella primavera 2017 dal possibile titolo ''Lo specchio della metamorfosi a Catania tra Liberty e Barocco'' con fotografie degli studenti liceali accostate da opere d'arte autentiche può essere l'idea vincente per arricchire sempre più la città di turismo culturale e avvicinare i giovani alla bellezza.

Bianco ha fatto propria la proposta “permettendo che i percorsi catanesi abbiamo un ampio spazio e che gli studenti del Galilei ne diventino guide e quindi protagonisti della loro Città”.

Posta un commento